Home

Bacheca X - Racconti erotici da autori amatoriali

La mia prima volta... da dietro - by Anonima. Una storia erotica raccontata in prima persona dalla mia prima esperienza nel sesso anale.

La mia prima volta... da dietro - by Anonima

Cerchi più divertimento?

Guarda i nostri SPONSOR:

canale Telegram video e GIF X ADULTI 🔞

canale Youtube video X ADULTI 🔞

GIF X ADULTI - Canale Telegram 100% gratis con video 🔥🔥🔥 e GIF 🔥🔥🔥... La compagnia ideale per quelli "momenti di solitudine" sul divano! Assolutamente consigliato! 🔞

canale Telegram Video e GIF per Adulti

Blog Adulto

Perché gli uomini cercano l’amore su siti di annunci donna cerca uomo o bacheca incontri?

 

Le motivazioni dipendono dalle circostanze personali di ciascuno, ma soprattutto perché gli uomini hanno un forte desiderio di... (leggi tutto l'articolo)

Youtube video x adulti

VIDEO X ADULTI - Canale Youtube con video piccanti 🔥🔥🔥 e altre curiosità... 🔞

Ti piace la narrativa per adulti? Inviaci il tuo racconto erotico per adulti e noi lo pubblicheremo qui! ❤️

La mia prima volta... da dietro - by Anonima

     Ho sempre saputo che lui voleva essere il primo uomo nel mio culo. Lui non ha mai fatto pressioni, ma di certo non ha fatto mistero dei suoi desideri lussuriosi.

 

     Devo ammettere che mi eccitavo al pensiero di averlo indietro. Non pensavo che il mio culo vergine potesse sopportare il suo lungo cazzo.

 

     Ma ho deciso di fare un tentativo. Quindi, stasera mi sono offerta a lui. Un lieve scricchiolio scappò mentre Beppe si arrampicava sul letto. Ho sentito un leggero tuffo nel materasso mentre lui si spostava in posizione dietro di me. Tremai in attesa mentre sentivo lo schiocco del coperchio del lubrificante. Dopo pochi secondi, si richiuse con un clic.

 

     "Oooh!" - ho avuto un sussulto mentre lui spalmava il lubrificante sorprendentemente freddo dentro e intorno al mio ano con il pollice. L'altra mano è stata usata per insaponare il suo cazzo in preparazione.

     "Vai molto, molto lentamente" - l'ho avvertito...

     "Lo farò" - rispose, mentre la sua mano destra abbracciava la curva della mia vita.             "Sei così fottutamente sexy in questo momento!".

 

     Con tenerezza, mi tirò il corpo un po' più vicino a lui. Si fermò proprio quando la testa del suo cazzo cominciò a premere contro le mie chiappe.

     "Hmm" - mormorò, mentre la sua fantasia più desiderata stava per avverarsi.

 

     Ho sentito una pressione profonda mentre la testa del suo cazzo ha cominciato a penetrare il mio culo. A ogni movimento del suo cazzo palpitante, la mia inspirazione diventava sempre più forte.

 

     Lui mi ha massaggiato la schiena per alleviare la mia tensione, e ho sentito il mio corpo rilassarsi. Lui è scivolato dentro un po'di più.

     " Sei quasi tutto dentro?"

     "Tesoro, non sono neanche mezzo centimetro dentro".

     Cavolo, ho pensato!

     "Non sono sicura di poter sopportare molto di più in questo momento", sussurrai sommessamente. "Scusa". 

     "Non dispiacerti, era una cosa davvero eccitante, cazzo! Ma credo di conoscere un modo per continuare".

     Prima che potessi chiedere come lui ha raggiunto e afferrato il vibratore sul comodino.

 

     Istintivamente, ho messo la testa sul letto, causando il mio culo a sprofondare più a fondo sul suo cazzo.

     "Ahi - cazzo!" - lo scossone improvviso del dolore per l'atterraggio sul suo cazzo ha lasciato il posto al piacere del vibratore che si lanciava nella mia fica.

     La carica brutale che voleva usare nel mio culo era diretta alla mia fica. Mi sentii gemere mentre le vibrazioni diventavano più forti. Più forte. L'intensità è aumentata mentre guidava il vibratore dentro e fuori la mia figa bagnata.

 

     Sapevo che lui era incazzato che non potevo prendere il suo cazzo nel mio culo, anche se non avrebbe mai confessato così tanto. Ero segretamente gioiosa però. Ho goduto quando lui ha preso la sua frustrazione sulla mia figa.

 

     Soprattutto quando ha usato il mio vibratore preferito come punizione. Perfettamente curvo, e leggermente nervato, il vibratore ha colpito ogni punto ogni volta che Beppe l'ha spinto dentro. Ogni volta che lui mi separava le labbra, sentivo il ronzio del simulatore interno mentre mi massaggiava in profondità, causando l'attrito necessario per farmi impazzire di goduria.

 

     Ero così distratta dalla mia stessa estasi, che il suono del suo ringhio mi sorprese. Guardando indietro, lo vidi masturbarsi con la mano libera. La punta del suo cazzo era ancora nel mio culo.

 

      Ho sentito arrivare il momento. In una rapida risposta, Beppe mi ha spinto il vibratore in profondità nella mia figa. La stimolazione esterna ha mandato il mio clitoride in overdrive! Bloccando il vibratore saldamente in posizione, ho tremato contro la sua mano. Il mio gemito si trasformò in un lungo orgasmo ad alta intensità, mentre le onde di piacere si precipitavano attraverso di me più e più volte.

 

     Il suo cazzo scoppiò subito dopo. Ha sparato una stringa di sperma denso e cremoso nel mio culo. Massaggiando il suo cazzo, ha munto il resto del suo carico. Non ho realizzato quanto ero pieno fino a che non ritenessi una traccia di scivolo dello sperma giù il mio culo, lentamente orlando verso la mia figa inzuppata e soddisfatta.

 

     Durante le settimane successive, abbiamo spinto i miei limiti sempre più verso il limite. Beppe si è divertito nella possibilità di allenare il mio culo esclusivamente per il suo cazzo. O almeno così pensavo.

 

     Una notte, mentre giacevo nuda sulle calde lenzuola di cotone, la luce naturale della luna si riversava attraverso la finestra aperta.  Il morbido bagliore della lampada da comodino illuminava ulteriormente lo spazio accogliente.

 

     Due ombre riflesse sulla parete della camera da letto. Due…? Mi sono girata a guardare. L'ombra in più apparteneva al nostro amico Danielle. Due passi dietro c'era Beppe.

     "Cosa...?" - ho iniziato prima che Beppe mi interrompesse.

     "Ho detto a Danielle quanto bene hai gestito l'allenamento del culo, e lui voleva vedere di persona".

     "Ok" - ho esitato.

 

     Danielle stava in piedi davanti alla porta mentre Beppe entrava di sua spontanea volontà, seduto accanto a me sul letto.

     "Prendi i cuscini" - chiese Beppe.

     Guardò a Danielle: "Ora è una campionessa di sesso anale. Ma il suo corpo soffre per una sfida più grande. So che segretamente desidera un cazzo più grande per potersi aprire".

 

     I nostri occhi si sono incontrati mentre fissavo Beppe. Un sorriso sul suo viso, un sorriso sul mio. Senza alcun dubbio, ho spinto due cuscini sotto lo stomaco e ho aperto le gambe per una desiderata scopata anale.

 

     Lo scivolo della zip di Danielle si apriva nell'aria mentre si spogliava. Tenendo in mano il suo enorme cazzo, Danielle si avvicinò a noi. Aveva in mano il suo enorme cazzo di 19cm e più grosso di tutti quelli che avevo mai visto.

 

     Faceva sembrare piccolo il cazzo medio di Beppe, al confronto. Beppe gli ha passato il lubrificante, e Danielle ne ha spalmato una quantità copiosa sul suo cazzo.

 

     Le mie gambe si sono allargate, mentre aspettavo che il suo cazzo mi allargasse il buco. Non mi fece aspettare a lungo.

 

     "Cazzo!" - ho urlato mentre Danielle spingeva il suo cazzo nel mio culo senza preavviso. Ho fatto uscire un grido sottomesso mentre lui affondava i suoi interi 19 cm nel mio culo.

 

     Si è messo a terra, ha regolato i suoi fianchi e ha cominciato a possedere il mio culo. Beppe mi ha accarezzato la faccia mentre Danielle cominciava a scoparmi il buco del culo con tutti i suoi 19 cm.

 

     Ad ogni spinta, le sue palle gonfie si schiaffeggiavano contro la mia figa.

     "Scopami, Danielle!" - ho gemuto. "Ho sempre voluto il tuo cazzo".  - cazzo, non era inteso a sfuggirmi!!!

 

     L'improvvisa stretta al collo mi disse che Beppe aveva sentito quello che avevo detto. Il suono della sua cintura che cadeva a terra mi disse che sarei stata punita.

 

     Il cuore mi ha tuonato contro il petto mentre Beppe si arrampicava sul letto davanti a me. Si è seduto dritto. Le sue gambe si aprirono. Il suo cazzo scintillante sulla mia faccia. Conoscevo il mio ruolo.

 

     Inarcando la schiena, mi sono trovata in una posizione migliore per permettere a Beppe di scoparmi la bocca. Le sue mani hanno racchiuso la parte posteriore della mia testa mentre ha tirato il mio fronte verso il suo cazzo.

 

     Ho aperto la mia bocca proprio mentre ha speronato il suo cazzo giù per la mia gola. L'ho succhiato avidamente.

     "Sei una zoccola puta troia" - sussurrò, così solo io potevo sentire. Ne avevo voglia. Un cazzo sepolto nel mio culo, e uno infilato nella mia bocca. Ero in paradiso.

 

     Ero così immersa nella mia beatitudine che non mi sono nemmeno accorta quando Beppe ha passato il mio vibratore a Danielle. Sono rimasta sorpresa quando all'improvviso mi ha tolto il cazzo dalla bocca, ma ho capito subito il perché.

 

     Non sapevo cosa stesse succedendo finché non l'ho sentito sputare. Un secondo dopo ho sentito la lunghezza del vibratore che si appoggiava sul mio culo. Ho stretto i denti.

     "Merda" - soffocai mentre i primi centimetri mi penetravano nel culo. Una misura incredibilmente stretta con il cazzo di Danielle ancora dentro di me.

     "Cazzo, mi spaccherai in due" - ho ruggito mentre lui spingeva il vibratore sempre più in profondità all'interno del mio culo.

 

     Ho stretto i pugni. Ho sentito le morbide lenzuola di cotone nei palmi delle mie mani. Faceva male da morire, tanto per cominciare.

     "Respira" - Danielle comandò da dietro mentre continuava ad accarezzarmi il culo. Obbedii. Incredibilmente sentivo che il mio dolore si allontanava.

 

     Beppe ha notato il mio sorriso. Lui sapeva. Ero euforica all'idea di riuscire a sopportare che il mio culo fosse doppiamente penetrato.

     "Brutta troia di merda. Ti piace, vero?" Ma Beppe sapeva già la risposta.

     "Ci sono quasi" - dice Danielle improvvisamente. "Posso venire nel culo della tua ragazza?" - chiese a Beppe.

     "Certo" - arrivò la risposta.

 

     Con quella risposta, sentii il peso del suo corpo contro il mio. Ha urlato mentre il buco del mio culo spremeva la base del suo cazzo.

 

     Ho allungato la schiena e gli ho tirato delicatamente le palle mentre mi riempiva il culo con il suo carico caldo.

 

     Per un secondo, eravamo tutti in silenzio… Tirò fuori, rimuovendo il vibratore pure.            

     Danielle ha schiaffeggiato violentemente il mio culo, mentre il suo sperma usciva dal mio ben utilizzato buco.

 

 

 

Condividi questo reacconto:

Su queste pagine troverai racconti erotici di qualità per adulti, storie vere e diverse fantasie sessuali di ogni tipo.

 

Puoi leggere le confessioni piccanti, narrate direttamente dai rispettivi autori, emozionanti avventure di sesso, trasgressioni e molto altro ancora.

 

Racconti erotici scritti da chi non ha paura di vivere appieno la propria sessualità. Tutti completamente gratuiti.

Racconti erotici da autori amatoriali tratti dalla vita reale
"Alice e il ladro" – by Manuel

"Alice e il ladro" – by Manuel

 

Nella sicurezza di casa sua, Alice pensa di essere sola. Una esperienza terrorizzante si trasforma in un mare di piacere.

Altri racconti erotici

"La storia perversa di Banshee" - by Amelia Ranzi

"La storia perversa di Banshee" - by Amelia Ranzi

 

Un racconto in prima persona della prima esperienza di sesso orale di Banshee.

“Orale di maturità” -  by Gianlucamoto

“Orale di maturità” -  by Gianlucamoto


I giochi sessuali di due adolescenti. Scopri come Marzia ha passato la sua ultima notte scolastica.